Il procuratore

Di Cormac McCarthy
Titolo originale: The counselor
Voto: 7,5
Prima edizione: 2013
Numero di pagine: 115
Editore: Einaudi
Consigliato:

Tags: Contemporaneo, Sceneggiatura, Statunitense, Narrativa, Stand-alone, Film/Telefilm
Amazon

Trama in breve

Un procuratore bisognoso di denaro, un traffico di droga e donne pericolose di cui ci si innamora ma di cui non ci si vuole fidare. Questo il mix che rende la sceneggiatura di Il Procuratore, scritta da Cormac McCarthy, perfetta per gli amanti dei thriller.

PROCURATORE  Non ti fidi di lei.
REINER  Cristo, procuratore. È una donna.
PROCURATORE  Uuh.
REINER  Sì, be'. Non volevo sembrare freddo. Dico solo che quando si tratta di uomini quelle fanno i loro calcoli. Mi son sempre piaciute le donne sveglie. Ma è un hobby che mi è costato caro

Incipit

Appartamento del procuratore. Le tende sono tirate e la stanza è quasi al buio. Un letto visto da dietro e nel letto due persone. Il dialogo è a tratti smorzato dalle coperte e compare perciò in SOTTOTITOLI sullo schermo.

LAURA Sei sveglio?
PROCURATORE No.
LAURA Ok.

Recensione

JEFE Il lutto trascende qualunque valore. Uno darebbe nazioni intere per liberarsene il cuore. E invece non ci compri niente.

The Couselor – Il procuratore, è una sceneggiatura scritta da Cormac McCarthy.

Come è piuttosto evidente, non può essere paragonata o valutata come un romanzo perché gran parte degli aspetti che si possono ricercare in quest'ultimo (in particolare lo stile) non sono presenti per evidente necessità. Devo anche ammettere di aver già visionato il film (anche se ormai è passato abbastanza tempo da sbiadirne il ricordo) e, dunque, di faticare ora a non fare un paragone tra i due. 

La struttura rispetta totalmente lo scopo per cui il testo è stato scritto: è una sceneggiatura e, in quanto tale, presenta all'inizio delle nuove "scene" una breve descrizione ambientale e dei personaggi e, successivamente, i dialoghi.

Questi ultimi sono tra gli aspetti più forti dei romanzi di McCarthy, dunque riusciremo ad apprezzarli molto anche qui, dove forse riescono a colpire ancora di più rispetto al film, in cui l'attenzione dell'osservatore può essere distolta dalla forza di ciò che viene detto a favore di una particolare immagine.
Non a caso altri film derivati da sue opere trovano la loro forza proprio in questo aspetto che viene spesso salvaguardato e riportato nella trasposizione esattamente come nel libro.

WESTRAY  Ma vediamo se indovini chi è che vogliono realmente far fuori.
PROCURATORE  Non lo so. Chi?
WESTRAY  Te, procuratore. Te.

È altrettanto vero, in contrapposizione a quanto ho appena detto, che certe parole se accompagnate da un'immagine chiara e non puramente creata da noi possono avere maggiore forza. Un esempio banale è la presenza delle tigri: ricordo di aver accolto con maggior sgomento le immagini con queste protagoniste, mentre nel libro (in parte anche perché le ricordavo) mi sono sembrate quasi qualcosa "nella norma".

Personalmente ho riscontrato una maggiore difficoltà di comprensione. Mentre nel film le scene che scorrono una dopo l'altra riescono a dare una maggiore idea di consequenzialità, in questo volume ho trovato i collegamenti tra il prima e il dopo meno "facili" da intuire. 
Questo deriva sicuramente dalla complessità della trama, che mira a non far capire subito al lettore chi siano effettivamente i "buoni" e i "cattivi" e che riesce bene nell'intento grazie a scene sfalsate che svelano solo poco a poco, ma anche alla mia pochissima dimestichezza con volumi di questo tipo.

Il ritmo è quello di un film, per giunta thriller, dunque molto veloce e scorrevole: si termina in pochissimo tempo. 

Incipit e finale hanno un forte impatto visivo anche per chi li sta solamente leggendo. Probabilmente (presumo io) uno degli aspetti determinanti per comprendere se una sceneggiatura è buona o meno è il riuscire a vedere con facilità ciò che si legge e, in questo caso, McCarthy ha fatto un ottimo lavoro. Ciò non stupisce perché anche questo è uno degli aspetti vincenti che si ripresenta anche nei suoi romanzi.

I personaggi sono ben chiari e trovano maggiore esplicazione nei rapporti che intercorrono tra di loro. Sebbene ciò che ho letto, se visto nel film mi basterebbe per indicarli come "ben approfonditi", nel testo scritto è stato inevitabile non sentire la mancanza di qualche parola introspettiva di supporto. La differenza qui la fanno anche gli attori che con i loro gesti e le loro espressioni aggiungono ciò che in una sceneggiatura non è specificato (e con il cast di questo film in particolare la buona resa è garantita).

PROCURATORE La vita è stare a letto con te. Tutto il resto è solo attesa.

In conclusione, se l'eterna lotta tra film e libro sembra sempre (o quasi) parteggiare per il secondo, la battaglia tra sceneggiatura e trasposizione cinematografica dona decisamente maggiore vantaggio al film. 

Lo consiglio solo ai grandi amanti di McCarthy, che non vogliono perdersi nulla di ciò che ha scritto e/o ai grandi amanti del film che avranno modo di poterlo ripercorrere nei suoi momenti migliori semplicemente sfogliando le pagine di questo volume.
Personalmente sono contenta di averlo letto e presto riguarderò il film con ancora maggiore piacere!

Citazioni

PROCURATORE Hai raggiunto un livello di depravazione del tutto inedito o sbaglio? Pensavo che alle ragazze non piacesse granché.

MERCANTE Un ottimo colore. È il nitrogeno a dargli quel giallo. In realtà, tutto quello che si può dire di un diamante è nell'ordine del difetto. Il diamante perfetto sarebbe composto di sola luce. 

MERCANTE Certo. Perché no? Anche se presumo che ogni diamante lo sia. Non è poca cosa da desiderare, per quanto impossibile da conseguire. Partecipare del destino eterno della pietra. Non è forse questo il senso di un gioiello? Esaltare la bellezza dell'amata è riconoscere tanto la fragilità di lei quanto la nobiltà di questa fragilità.

MALKINA Non credo che le cose mi manchino. Le cose ci sono e poi non ci sono più. Credo che sentirne la mancanza vuol dire sperare che tornino. Ma le cose non tornano. L'ho sempre saputo. Fin da quando ero bambina.

REINER Si be'. Ho idea che in molti casi se uno avesse ancora la donna per cui piange piangerebbe anche più forte.

PROCURATORE Il dilemma morale.
REINER Già. Quello le attrae. Non so bene perché. Forse è solo che, essendone totalmente sprovviste, il senso morale degli uomini le affascina. Pensaci un attimo. Per sapere se uno ha qualche problema, basta vedere che effetto ha sulle donne.

WESTRAY E sono alquanto scettico sulla bontà dei buoni. Penso che se si andasse a scavare negli archivi dei redenti, si scoprirebbero storie di miseria morale da farti accapponare la pelle.

WESTRAY Ma il tempo non si ferma, procuratore. Il tempo è per sempre. E tutto quello che esiste un giorno svanirà. Per sempre. E del tempo si porterà dietro ogni spiegazione che mai fu concepita.

REINER Cose che ho imparato sulle donne? Cazzo. La metà preferirei dimenticarle.

MALKINA L'avidità ti spinge sempre al limite, è così?
REINER L'avidità non ti spinge. L'avidità è il limite.

Sinossi ufficiale

Quale demone spinge il procuratore a puntare tutto su un traffico di droga da venti milioni di dollari? È l'avidità a fargli rischiare ciò che ha di più caro - un rispettabile lavoro da avvocato, l'amore della donna dei suoi sogni, le leggi della coscienza? "L'avidità è decisamente sopravvalutata, suggerisce il suo socio di malaffari, Reiner - la paura invece no". E nel cartello di Juàrez, uno dei posti più pericolosi e depravati al mondo, dove la vita si perde per gioco e perderla in fretta è la sola preghiera, la paura non è mai sopravvalutata. Il primo testo di Cormac McCarthy specificamente scritto per il cinema da cui Ridley Scott ha tratto un film.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!


Privacy Policy

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.