TRAMA IN BREVE

Nono volume della serie che vede protagonista l'investigatore Pepe Carvalho, tre racconti che spiegano come si possa parlare di fantasmi pur non credendoci e come il pragmatismo del protagonista possa risolvere casi che altri etichetterebbero come soprannaturali.

INCIPIT

Un materialista non ha alcun diritto intellettuale di riconoscere l'esistenza dei fantasmi. Pertanto, e per mettere nero su bianco, nonostante l'ambiguità delle seguenti storie, dichiaro solennemente di non credere all'esistenza dei fantasmi nel senso stretto della parola. Ma i "fantasmi" che vivono di boria e fantasmagorie, quelli esistono, eccome.

RECENSIONE

Storie di fantasmi di Manuel Vàzquez Montalbán è una raccolta di tre racconti con protagonista l'investigatore Pepe Carvalho

Nono volume della serie con il medesimo protagonista, si può leggere senza alcun tipo di problema anche per primo, proprio come ho fatto io.

Non conoscevo questo autore e ammetto di aver notato ed acquistato il volume esclusivamente grazie alla promozione Feltrinelli, in cui 2 libri a scelta tra alcuni selezionati dall'Editore, potevano essere acquistati insieme a 9.90€.

Proprio perché non lo conoscevo, è finito immediatamente tra la pila di libri che ero contenta di avere ma a cui, difficilmente, avrei dato la precedenza di lettura rispetto ad altri. Notando l'esistenza dell'audiolibro, però, ho deciso di ascoltarlo grazie all'abbonamento Audible (periodo di prova su Amazon) dandogli, così, una possibilità molto prima di quanto mi sarei aspettata.

Appena ho iniziato ad ascoltarlo, mi sono subito resa conto di aver fatto la scelta giusta. La voce che legge il libro è quella di Alessandro Budroni, doppiatore italiano (che, tra le altre, è anche la voce di  John Hopper di Stranger Things) che già di suo ha una voce bella, profonda e amichevole ma che fa la differenza interpretando il testo in modo unico.
Di audiolibri ne ho ascoltati molti ormai, capita veramente di rado che chi li legge modifichi la propria voce a seconda del personaggio che sta parlando, e solitamente è qualcosa che non manca troppo, perché, le poche volte che succede, l'effetto finale è più ridicolo che professionale. Budroni, invece, non solo fa questo, ma cambia l'inflessione della voce a seconda di ciò che sta dicendo e sembra completamente all'interno della storia. È convincente, divertente, non dà mai l'impressione di essere fuori posto o di essere un qualcosa di esterno dall'opera originale. È, senza dubbio, il doppiatore che mi ha convinto maggiormente sino ad ora, insieme a Massimo Popolizio.
Ho anche scoperto, proprio apprestandomi a scrivere questa recensione, che esiste un audiolibro di tutti i libri della serie di Pepe Carvalho, tutti letti da lui, perciò, per me, ne vale doppiamente la pena.

Storie di fantasmi è una raccolta di tre racconti, vagamente legati all'esistenza di fantasmi. In realtà, esclusivamente il primo rispecchia esattamente il tema del titolo, gli altri due avrebbero potuto anche essere definiti in modo completamente diverso perché di soprannaturale, anche solo vagamente, non hanno assolutamente nulla. L'incipit che leggerete (o ascolterete) riporta proprio delle parole dell'autore per noi, in cui ci dice di non credere ai fantasmi e, questo, se evince chiaramente dalle ultime due storie. 

Quando si ascolta un audiolibro è complicatissimo farsi un'idea centrata dello stile dell'autore, perché esso si modifica a seconda delle scelte di chi lo legge a voce alta. In questo caso ritengo che le parole scelte dall'autore; ricercate ma sfrontate e dirette, siano ancora più esaltate da Budroni, che sembra averne colto l'anima (e se ha cominciato a registrare gli audiolibri in ordine, mia supposizione, credo che sia ancora più comprensibile che, arrivato al nono, fosse ormai un'unica cosa con il narratore) e che utilizza la sua voce per farcela percepire a nostra volta al meglio.

Il ritmo è veloce ma, trattandosi di un noir, non mancano quei dettagli necessari per crearne l'atmosfera. Inoltre, il protagonista della vicenda Pepe Carvalho ha una personalità spiccata ed è molto strano, ha strane idiosincrasie (di cui, immagino, saprei l'origine se avessi letto i libri in ordine) e vive una vita movimentata e avventurosa ma, al contempo, ricca di rituali che si ripetono e che aiutano il lettore a identificarlo in una determinata scena od azione.

In conclusione, Storie di fantasmi è stata una sorpresa. L'autore mi ha già conquistata; il suo protagonista è indimenticabile e facilmente identificabile e il suo stile di scrittura adatto al genere ma personale. Il doppiatore, poi, è stato, come si suol dire, la ciliegina sulla torta: perfetto, attento, divertente, proprio come il testo.

Non do cinque stelline (che qui su Leggo Quando Voglio vanno dall'8 e mezzo in su) semplicemente perché il titolo "Storie di fantasmi" e la prima storia mi hanno creato delle aspettative a livello di trama che, invece, erano ben lontane dal contenuto del testo. Sono sicura, però, che ascolterò tutti gli audiolibri della serie e che non tarderò molto ad innamorarmene completamente.

Trovo che sia il libro che l'audiolibro siano prodotti di alta qualità, perciò consiglio entrambi a tutti. Ritengo che le storie si adattino a tutti i tipi di lettori (anche le donne che pensano che il noir sia "da uomini" potranno ricredersi leggendolo), sia ascoltate che lette.

SINOSSI UFFICIALE

Tre racconti, tre grandi occasioni per condividere le avventure del più celebre detective spagnolo, Pepe Carvalho. Pragmatico, concreto, amante dei piaceri della carne ben più che dello spirito, Carvalho è coinvolto suo malgrado in una serie di indagini su casi misteriosi.

Il primo racconto, quello di "Una sconosciuta che viaggiava senza documenti", narra di una giovane autostoppista bionda e indolente che, per almeno sette volte, secondo le denunce raccolte dalla Guardia civile, prima salva da un incidente mortale il guidatore che l'ha caricata e poi puntualmente scompare. Sarà l'ottava volta, fatale, a svelarne il mistero. 

Poi è il turno de "la Nave fantasma", dove, nello scenario delle Canarie, tra armatori, pescatori, banchi di tonni e ricette da gourmet, l'antica leggenda del vascello fantasma si salda a un tema di attualità, quello della lotta per il diritto alla pesca nelle acque spagnole. 

Infine, ecco "Pablo e Virginia": finti declassati e contrabbandieri, finti caprai ed ex mercenari, allestiscono una macabra scena da rito satanico per depistare le indagini. Ma il cinico e disincantato Pepe Carvalho, che non crede ai fantasmi, per non smentire la sua indole materialista, ne proverà l'esistenza.

PRO / INDIFFERENTE / CONTRO
POTREBBE PIACERTI ANCHE ...
Non devi dirmi che mi ami L'isola del tesoro Abbiamo sempre vissuto nel castello Il seggio vacante La fine dell'estate La banda dei brocchi Non hai mai capito niente La memoria della cenere
COMMENTI

Commenta per primo.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!

Qualcosa è andato storto :( Riprova!

Iscrizione completata.

Pensi che stia facendo un buon lavoro? Ecco a te la possibilità di dimostrarmelo!

© 2019 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.