L'amore bugiardo

Di Gillian Flynn
Titolo originale: Gone Girl
Voto: 6,5
Prima edizione: 2012
Numero di pagine: 461
Editore: Rizzoli
Consigliato: Ni

Tags: Contemporaneo, Statunitense, Thriller, Rosa
Amazon

Trama in breve

Amy e Nick celebreranno oggi le loro nozze di legno, cinque anni di matrimonio. Qualcosa, però, non va nel verso giusto: quando Nick tornerà a casa non troverà la moglie ad aspettarlo. Amy è scomparsa ed è stata portata via, o forse addirittura uccisa, contro la sua volontà.

Dedica

A Brett e Flynn, la grande e la piccola luce della mia vita

Incipit

Quando penso a mia moglie, penso sempre alla sua testa. Alla forma che ha, per cominciare. La prima volta che l'ho vista, è stata la sua nuca che ho notato, e nelle sue curve c'era qualcosa d'incantevole. Come un chicco di mais, duro e lucente, o un fossile nel greto di un fiume. La sua è quella che i vittoriani definirebbero una testa dalle proporzioni squisite, che lascia intuire la forma del cranio.

Recensione

Vorrei solo che lui mi pensasse quanto lo penso io.
Sbaglio? Non lo so neanche più. 

L'amore bugiardo di Gillian Flynn è uno di quei romanzi che non avrei mai acquistato a scatola chiusa; dalla copertina al titolo questo libro mostra nella sua estetica di essere un storia rosa, magari con qualche sprazzo di thriller, ma incentrata particolarmente sull'amore e, in genere questo tipo di romanzi non rientra tra i miei acquisti personali.

Ho scelto di leggerlo perché nel 2014 ne è uscita la trasposizione cinematografica e io ho avuto la fortuna di visionarla senza conoscere l'esistenza del libro. Il film mi è piaciuto davvero molto e mi è parso tutto meno che una storia romantica e dolce. Ho deciso, perciò, di superare lo scoglio mentale che titolo e copertina mi davano e di provare a vedere se, ancora una volta, il libro fosse meglio del film.

La trama del libro è la stessa che troverete nel film, la storia non è delle più credibili possibili (ma in un thriller difficilmente possiamo sovrapporre perfettamente la realtà descritta a quella che conosciamo) ed è totalmente coerente con quanto viene raccontato. 
La storia è stato il motivo per cui ho apprezzato particolarmente la versione cinematografica, ed è anche ciò che ho gradito maggiormente nel libro. L'idea iniziale da cui parte tutto è la scomparsa di Amy, la protagonista femminile, e il sospetto che ad averla uccisa e fatta sparire sia stato il marito, nonché protagonista maschile della vicenda, Nick.

Il romanzo, però, è consistentemente più letto del film. Sono presenti tanti aspetti salienti ed interessanti, come passaggi totalmente ininfluenti che rischiano di annoiare il lettore. Il mio ritmo di lettura è stato uno dei più lenti dell'anno: sapendo già cosa doveva accadere non facevo altro che attendere quei momenti, apprezzando ben poco il viaggio. 

L'amore bugiardo ha una struttura doppia, vede a capitoli alternati la storia di Amy e quella di Nick.
La prima è raccontata sotto forma di diario e inizia dal giorno in cui i due si sono incontrati fino ad arrivare al presente.
La seconda, invece, comincia dal giorno della scomparsa di Amy ed è raccontata in prima persona presente da Nick.
Questa strutturazione permette di conoscere il pre e il post a passi regolari, dandoci input sempre differenti e facendoci cambiare spesso idea sulla colpevolezza del marito, sebbene ci sia una direzione più calcata ed evidente.

Lo stile di Gillian Flynn è un argomento complicato da valutare. Sotto un punto di vista oggettivo posso dirvi che le due parti sono scritte in maniera differente e mostrano una ricerca da parte dell'autrice di distanziare i due punti di vista e di renderli diversi tra loro. 
Da un punto di vista più soggettivo devo, però, ammettere che lo stile leggero, scanzonato molto chick lit (specialmente della parte di Amy) mi ha causato parecchie difficoltà di lettura. I due protagonisti sarebbero due scrittori o aspiranti tali eppure la loro prosa e i loro pensieri sono quelli comuni, di tutti i giorni. Non so dire se questa sia una scelta o il modo di scrivere dell'autrice, ma io non sono riuscita ad apprezzarlo, specialmente se abbinato ad una trama thriller piuttosto noir e cupa in alcuni suoi particolari.

È questo il motivo per cui ho avvertito di rado l'atmosfera. Il libro è, in realtà, più divertente che ansiogeno. Aspetto che potrà piacere più a chi lo leggerà per la sua parte rosa, piuttosto che per quella thriller.

L'incipit del libro è, invece, piuttosto inquietante. Dalle prime parole di Nick Dunne fatichiamo a non pensare che ci sia qualcosa che non va in lui.

Il finale è ciò che mi ha colpita maggiormente. Probabilmente ci sarà chi lo troverà assolutamente improbabile, eppure io penso che sia l'elemento più verosimile presente in questa storia.

L'ambientazione dal punto di vista temporale è ottimamente resa, all'inizio di ogni capitolo troviamo una scritta apposita che ci dà un riferimento temporale preciso. 
Dal punto di vista geografico conosciamo il luogo in cui si svolgono le vicende, ma esso è spesso visto come uno stereotipo e raccontato più come paragone alla grande città (ovviamente New York) che per la sua vera essenza. Dopo aver letto questo libro non posso dire di conoscere meglio il Missouri o la Grande Mela.

In conclusione, L'amore bugiardo di Gillian Flynn è un romanzo che, appena uscito ha avuto un successo incredibile dovuto, secondo me, all'ottima idea avuta dall'autrice.

Penso che questo libro sia adatto a chi ama i romanzi chick lit ma desidera trovare qualcosa che esca fortemente dai suoi schemi e possa stupire con una trama diversa, lo consiglio solo a chi cerca una storia leggera, divertente sebbene anche un po' noir. Non lo consiglio, invece, agli amanti dei thriller perché solo nelle ultime 150 pagine la narrazione avrà le caratteristiche necessarie e sufficienti per carpire l'attenzione degli amanti del genere.

Il film, invece, lo consiglio a tutti. Presto lo rivedrò e vi parlerò più approfonditamente delle differenze che intercorrono tra loro.

Un plauso alla scelta del regista di scegliere Ben Affleck come Nick Dunne, al di là dei capelli biondi, l'autrice sembra voler descrivere proprio lui.

Citazioni

Gli scrittori (del genere a cui appartengo io: aspiranti romanzieri, intellettuali meditabondi, gente il cui cervello non è abbastanza veloce per bloggare, linkare o twittare, in poche parole vecchi sbruffoni cocciuti) erano finiti. Eravamo come cappellai per signore o fabbricanti di frustini: il nostro tempo era tramontato.

Io ho bisogno dell'agguato, di essere colta di sorpresa, come una bestia selvatica dell'amore. Altrimenti mi sento a disagio.

Il cinema è come lo sport, una lingua franca che ti permette di riconoscere gli amici.

Sinossi ufficiale

Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera di gennaio. Uno scambio di sguardi ed è subito amore. Lui la conquista con il sorriso sornione, l'accento ondulato del Missouri, il fisico statuario. Lei è la ragazza perfetta, bella, spigliata, battuta pronta, il tipo che non si preoccupa se bevi una birra di troppo con gli amici. Sono felici, innamorati, pieni di futuro. Qualche anno dopo però tutto è cambiato. Da Brooklyn a North Carthage, Missouri. Da giovani professionisti in carriera a coppia alla deriva. Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono stati costretti a reinventarsi: lui proprietario del bar di quartiere accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia anonima e sperduta. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione a sfregiare la simmetria del salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio. Che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con tanta cura? Chi è davvero Nick Dunne? Un marito devoto schiacciato dall'angoscia, o un cinico mentitore e violento, forse addirittura un assassino? Raccontato dalle voci alternate di Nick e Amy, "L'amore bugiardo" è una incursione nel lato oscuro del matrimonio. Un thriller costruito su una serie di rovesciamenti e colpi di scena che costringerà il lettore a chiedersi se davvero sia possibile conoscere la persona che gli dorme accanto.

Potrebbe piacerti anche...

Commenti

Nessun commento, commenta per primo!

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter!

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti del sito su nuove recensioni, post e funzionalità, iscriviti!


Privacy Policy

© 2016 LQV

Leggo Quando Voglio partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.